Trattamenti

Impianti corti

Il requisito fondamentale per iniziare qualsiasi trattamento implantologico è l’avere un adeguata altezza dell’osso residuo.
Molti fattori possono provocare il riassorbimento osseo tra i quali la perdita di denti da molto tempo, fratture, infezioni etc.
Fino a pochi anni fa, senza questo requisito, i pazienti dovevano rassegnarsi ad utilizzare una protesi removibile, più ingombrante e scomoda. Oggi grazie alla continua innovazione e ricerca del settore dentale, questa tipologia di casi può essere risolta con l’inserimento nel poco osso residuo, di impianti corti. Con il termine impianti corti si considerano tutti quegli impianti che misurano meno di 8,5 mm. L’utilizzo di questa tipologia d’ impianti è estremamente delicato e richiede una gran precisione da parte del dentista.

Possiamo aiutarti?

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.

Cliccando su "Invia" dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy e di acconsentire al trattamento dei miei dati personali.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.

Cliccando su "Invia" dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy e di acconsentire al trattamento dei miei dati personali.